Monthly Archives: Marzo 2008

Il mondo spegne la luce per un’ora

Category : Clima

Da Roma a Sydney, dall’arcipelago di Tuvalu all’Antartide, la Terra si fa buia dalle 20 alle 21

È cominciato a Tel Aviv il conto alla rovescia per l’ «Earth Hour», "l’Ora della Terra" voluta dal Wwf in tutti i diversi continenti del pianeta: giovedì sera la città è rimasta un’ora al buio, per la coincidenza del Sabbah ebraico. Dalla base australiana dell’Antartide al Golden Gate, dalle Cascate del Niagara oltre 30 milioni di cittadini scelgono sabato un gesto salva-clima. Sydney già al buio per la terra. Luci spente all’Opera House e al Ponte Harbour, nell’ambito della Earth Hour, iniziativa mondiale del WWF per sollecitare l’attenzione della comunità internazionale sulla salvaguardia dell’intero pianeta.

“Read More”


Il nucleare “usa e getta”

Category : Nucleare

Suscita apprensione per la sicurezza internazionale il progetto finanziato dalla Casa Bianca tramite il GNEP per realizzare mini reattori “usa e getta” da esportare nei paesi in via di sviluppo. Ne parla il New Scientist.

Entro il 2030 la domanda di energia a livello globale crescerà, secondo alcuni proiezioni, del 50% e questo aumento sarà dovuto per circa il 70% alla richiesta dei paesi in via di sviluppo. Una sfida energetica per cui l’amministrazione Bush ha una soluzione pronta: nucleare per tutti. Questo il senso, segnala il New Scientist in un articolo sull’argomento, dei 20 milioni di dollari messi in bilancio dalla Casa Bianca per il 2009 per la produzione di reattori nucleari di piccole dimensioni da esportare ai paesi in via di sviluppo.

“Read More”


ENEA insegna via NET le rinnovabili nel mondo

Category : Formazione

Lo sviluppo delle energie rinnovabili passa innanzitutto attraverso la conoscenza delle tecnologie frutto delle piu’ avanzate ricerche ed e’ proprio sulla diffusione di tali conoscenze via internet che l’Enea ha puntato con Desire-net, un progetto di e-learning per le energie rinnovabili presentato a Bruxelles il 19 marzo in un workshop intitolato ”Desire-net: fare dell’apprendimento a distanza un facile esercizio”.

“Read More”


Energia rinnovabile: entro un anno, 4 comuni su 10 a impatto zero.

Category : Energia

Il 19 marzo a Roma sono stati presentati i risultati dell’indagine di Legambente svolta nell’ambito di ‘Comuni Rinnovabili 2008’ sulla diffusione delle rinnovabili nei Comuni italiani.

Secondo l’indagine i comuni italiani che puntano sull’energia verde nel giro di un anno sono raddoppiati, toccando quota 39% del totale. Sono infatti 3.190 sugli oltre 8.000 del Belpaese ad aver investito su almeno un impianto fra solare fotovoltaico e termico, eolico, geotermia, biomasse e piccoli impianti idroelettrici, cioe’ 1.928 comuni in piu’ rispetto al 2007.

“Read More”


In Italia prima fabbrica europea per produzione di biocombustibili di seconda generazione

Category : Energia

Energia pulita e rinnovabile capace di favorire i Paesi della fascia equatoriale cosi’ come quelli ricchi, unica opposizione il cartello Opec

Alla Conferenza Internazionale di Washington sull’Energia Rinnovabile, il ruolo presente e futuro dei biocombustibili è stato il tema di una sessione speciale organizzata e introdotta da Corrado Clini, presidente della “Global Bioenergy Partnership” e direttore generale del Ministero dell’Ambiente italiano.

“Read More”


L

Category : Comunicazione

Il terzo Rapporto del Forum dell’Innovazione Digitale presenta le tre priorità per lo sviluppo del settore: infomobilità, efficienza energetica e made in Italy

Elevati consumi e scarsa attenzione all’ecosostenibilità del ciclo di vita delle apparecchiature Ict, si riflettono irrimediabilmente sui costi, influendo negativamente sul potenziale di sviluppo. Unica via possibile allora l’introduzione di sistemi intelligenti nei trasporti per sviluppare la mobilità sostenibile, l’efficienza energetica e la razionalizzazione delle risorse.

“Read More”


Un appello accademico per l

Un appello dei docenti e ricercatori delle Università italiane ai candidati alla guida del paese affinché per una politica energetica orientata verso l’efficienza energetica e le fonti rinnovabili. Un netto "No" al nucleare.

"Necessità di enormi finanziamenti pubblici, insicurezza intrinseca della filiera tecnologica, difficoltà a reperire depositi sicuri per le scorie radioattive, stretta connessione tra nucleare civile e militare, esposizione ad atti di terrorismo, aumento delle disuguaglianze tra paesi tecnologicamente avanzati e paesi poveri, scarsità di combustibili nucleari". Sono questi alcuni dei motivi che un gruppo promotore di venti docenti universitari e ricercatori di tutti gli atenei italiani hanno dichiarato per dire “No” al ritorno all’atomo. Ma “” per maggiori investimenti del nostro paese nel settore delle fonti rinnovabili.

“Read More”


La Provincia chiede una moratoria sulle centrali elettriche da fonti alternative

Category : Salento

La Provincia chiede alla Regione una moratoria sulle nuove installazioni. La parola d’ordine è


Energia sostenibile nelle città

“Energia sostenibile nelle città” e’ un concorso promosso in Italia dal Ministero dell’Ambiente e dall’Istituto Nazionale di Urbanistica il cui scopo e’ conseguire riduzioni significative e misurabili delle emissioni di gas serra e di migliorare gli indici di qualità della vita attraverso interventi urbanistici e tecnologie edilizie.

Dal comunicato sul concorso leggo che “Particolare attenzione dovrà essere posta a quegli elementi capaci di integrare i piani e i progetti nel contesto territoriale in cui saranno realizzati, con riguardo alle strategie di sviluppo municipale a medio termine, alle misure di mobilità sostenibile, di valorizzazione degli spazi pubblici (verde, spazi aperti, ecc.).” e poco sotto che il livello di potenziale replicabilità sul territorio dei piani e dei progetti costituirà parte importante della valutazione.

“Read More”


L’energia nascosta negli elettrodomestici ecco come farli consumare meno

Nelle nostre case abbiamo a disposizione, nascosta negli elettrodomestici, una quantità di energia formidabile. Jeremy Rifkin ha calcolato che l’americano medio dispone dell’energia che potrebbe essere prodotta da 58 schiavi che lavorassero 24 ore al giorno: in Italia abbiamo consumi più ridotti ma gli sprechi restano consistenti. E, almeno una parte di questi sprechi, può essere evitata facilmente ottenendo il vantaggio di tagliare la bolletta elettrica.

“Read More”


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi