AEEG: il caro petrolio vanifica tutti i nostri sforzi

AEEG: il caro petrolio vanifica tutti i nostri sforzi

Il caro petrolio si abbatte "come uno tsunami" sulle bollette di luce e gas frustrando "i nostri sforzi di ogni giorno per contenere al massimo tutte le altre componenti dei prezzi finali per il consumatore". E’ quanto afferma il presidente dell’Authority per l’ Energia Alessandro Ortis in un’intervista a ‘Il Messaggero". Ortis prevede che la "battaglia ad armi impari" contro il caro-greggio non segni nei prossimi mesi un’inversione di tendenza e chiede l’intervento dell’Europa che "dovrebbe prendere subito una posizione unitaria e parlare ‘con una sola voce’, in nome di 480 milioni di consumatori che rappresenta".

Il numero uno dell’Authority per l’Energia annuncia poi: "speriamo che possano diventare operativi a tutti gli effetti prima dell’estate" i provvedimenti sulla tariffa sociale approvati dal governo e aggiunge che entro la fine del 2008 verrà cambiata con gradualità la bolletta della luce.

Per risolvere a livello strutturale i problemi energetici del Paese nel gas, Ortis sottolinea: "serve potenziare i gasdotti, nonché la capacità nazionale di rigassificatori e stoccaggio". E aggiunge: "per il prossimo anno, mi augurerei di vedere a compimento la legge già approvata dal Parlamento che impone una chiara separazione proprietaria della Snam Rete Gas dall’Eni. Ciò a favore della concorrenza".


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi