Come reciclo e recupero il modulo fotovoltaico

Come reciclo e recupero il modulo fotovoltaico

Il 70% delle industrie fotovoltaiche europee, raccolte nell’associazione PV CYCLE, punta a recuperare il 65% dei moduli installati in Europa dal 1990 e riciclare l’85% dei materiali per il loro riutilizzo. Obiettivo, creare un’industria doppiamente verde. In questi ultimi anni nel corso di diversi convegni si sono sentiti più volte cittadini, enti locali e imprenditori, anche se interessati alla diffusione dell’energia solare, porre una domanda semplice: “Come e dove smaltiremo milioni di moduli quando non produrranno più energia?” Un riguardo, un’attenzione che un’industria che punta alla vera sostenibilità deve considerare, oggi, prima che fra qualche lustro la comunità dovrà affrontare l’emergenza di tanti prodotti alla fine del loro ciclo di vita. Una presa di coscienza che deve distinguere le industrie coinvolte nelle tecnologie verdi, speriamo il motore del prossimo sviluppo economico, da quelle fossili e inquinanti, maggiormente legate al consumo di territorio, di risorse naturali, di materiali e che non sembrano al momento interessate alla questione.

Dal 2007 una parte dell’industria fotovoltaica, prima fra quelle energetiche, ha fondato l’associazione europea PV CYCLE che ha come obiettivo la creazione di un programma volontario di raccolta e di riciclaggio dei moduli fotovoltaici a fine ciclo di vita. Un processo che dovrebbe ridurre lo spreco e permetterà il riutilizzo di preziose materie prime per la produzione di nuovi moduli. Chiudere il ciclo di vita dei moduli fotovoltaici significa anche responsabilizzare i produttori e rendere, come recita uno slogan dell’associazione, "doppiamente verde l’industria fotovoltaica”. Un passaggio importante del programma volontario è avvenuto a dicembre quando i membri di PV CYCLE hanno firmato una dichiarazione congiunta con la quale si impegnano a raccogliere almeno il 65% dei moduli fotovoltaici installati in Europa dal 1990 e riciclare l’85% dei materiali. Un obiettivo molto ambizioso. Lo ha riconosciuto anche il direttore di PV CYCLE, Jan Clyncke (nella foto a sinistra), che ha dichiarato che per questo motivo sarà necessaria la “collaborazione di tutti i produttori, grossisti e importatori europei”. Ed ha aggiunto che “saremo capaci di affermare che l’energia solare è divenuta realmente sostenibile soltanto quando il ciclo di vita dei pannelli fotovoltaici si chiuderà, permettendo l’utilizzo in ambito industriale di materie prime riciclate necessarie per la loro produzione”. I membri di PV CYCLE sono industrie manifatturiere o importatori di moduli fotovoltaici in Europa e rappresentano oggi più del 70% del mercato fotovoltaico continentale. Uno schema finale di riciclaggio verrà presentato alla Commissione Europea a titolo informativo entro il 1 aprile 2009.

Per ulteriori informazioni:
PV CYCLE Association
Jan Clyncke, Managing Director
Renewable Energy House – Rue d’Arlon 63-65, 1040 Brussels, Belgium
Tel: +32 (0)2 400 10 96    Email:

info@pvcycle.org

Indirizzo e-mail protetto dal bots spam , deve abilitare Javascript per vederlo


Web: http://www.pvcycle.org

Per richieste di informazione da parte dei media su PV CYCLE:
Caroline Claeys
Tel: +32 (0)2 743 66 56
Email:

caroline.claeys@bm.com

Indirizzo e-mail protetto dal bots spam , deve abilitare Javascript per vederlo

Fonte: Qualenergia.it


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi