Energia solare dallo schermo del telefonino

Energia solare dallo schermo del telefonino

Category : Tecnologia

La Motorola ha da poco brevettato l’idea di unire lo schermo LCD dei telefonini o di altri dispositivi mobili con una cella solare.

Questa soluzione ha il vantaggio di costare molto meno rispetto all’inserimento di una cella solare a sè, separata dalla schermo, e si adatta inoltre a quei dispositivi di piccole dimensioni che non avrebbero spazio sufficiente per inserire delle celle solari a parte. Ecco perchè si tratta di una tecnologia che ha delle buone chance di finire sul mercato. L’unica nota negativa è che la produzione di elettricità è maggiore con gli schermi in bianco e nero, perchè lasciano filtrare più luce (il 75%).

In realtà, pare che la tecnologia LCD+cella non sia nuova e che anche altri produttori – come Seiko, Minolta e Sharp – l’abbiano vagliata. Ad oggi comunque l’alto costo delle celle solari a film sottile ne ha impedito l’adozione su larga scala. Motorola ha potuto brevettare l’idea grazie ai suoi oltre 30 anni di esperienza nel campo delle celle solari.

Se oggi si è arrivati al brevetto, possiamo allora supporre che finalmente Motorola voglia lanciare sul mercato questa interessante tecnologia.

Tratto da ecoblog


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi