La diffusione degli scaldacqua solari

La diffusione degli scaldacqua solari

Category : Varie

“Perchè mai negli ultimi anni gli scaldacqua solari si sono diffusi prima in Grecia e subito dopo in Austria e in Germania, mentre in paesi più soleggiati come Italia, Spagna, Portogallo stanno al palo?”1

Questa è una delle tante domande che Butera si pone e alla quale da una risposta abbastanza convincente, nel libro “dalla caverna alla casa ecologica”.

Secondo il professore Butera, il fattore economico da solo non è sufficiente a spiegare la diffusione in Germania e non in Italia dove le condizioni climatiche sono paragonabili a quelle della Grecia.
La rete del gas quasi inesistente, il costo dell’energia alto, la tipologia costruttiva delle abitazioni con il tetto piano rendevano l’installazione facile e poco costosa.
Ma non è solo questo: “l’industria che produceva gli impianti fu capace di organizzarsi e di mettere a punto prodotti affidabili e di qualità, promuovendo con successo un livello di diffussione tale da innescare un fenomeno culturale. In Grecia (e lo stesso è avvenuto in Turchia e,prima ancora, a Cipro) l’impianto solare per la produzione di acqua calda è, a tutti gli effetti, considerato un’apparecchiatura domestica; quando si mette su casa si acquista la cucina, il frigorifero e lo scaldacqua solare. Oggi in Grecia l’energia elettrica costa quanto nel resto d’Europa, e cominciano a diffondersi le reti del gas, ma ormai la cultura dell’acqua calda solare si è affermata”.

In questo momento, invece la diffusione nel centro Europa è legato alla cultura della difesa dell’ambiente. Dove non c’è la convenienza economica interviene la coscienza ambientale.

1Dalla caverna alla casa ecologica


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi