A tempo di record … in una corsa ad ostacoli senza fine

Gli ultimi miei anni professionali sono caratterizzati da innumerevoli sfide contro il tempo, che per fortuna fino ad ora sono sempre riuscito a vincere.
L’ultima è relativa alla costruzione di 4 capannoni di circa 7000 mq per una azienda agricola dell’estremo sud Italia, per la precisione a Portopalo di Capopassero.

La particolarità di questi capannoni è che hanno il tetto realizzato con moduli fotovoltaici della UPSolar con soluzione Solrif, una delle soluzioni riconosciuta dal GSE come integrata innovativa secondo il titolo III del D.M. 05/05/2011

Un cantiere di queste dimensioni, vissuto quotidianamente 24 ore su 24 ore, per forza di cose ti catapulta in un’altra dimensione. Impari a conoscere tutti gli operai per nome, ti capita di ascoltare le loro storie, di capire le loro difficoltà quotidiane. Un cantiere è una enorme palestra dove ti  fa confrontare faccia a faccia con la realtà più vera, senza filtri. Ed è così che impari a conoscere: Enzo, Massimo, Beppe, Francesco, Rocky, Roberto, Tano, Luigi, Rosario e poi ancora Vincenzo, Salvo,  …  e poi Justice More , Dominic ed ancora Guglielmo, Pippo, Gatto nero …

Una quantità incredibile di umanità che non avrei immaginato di incontrare, conoscere >e apprezzare per le loro qualità di uomini. Credo che una frase rimarrà più di altre impresse nella mia memoria: “Te l’avevamo promesso …. e abbiamo mantenuto la parola, l’abbiamo fatto per te“. Ed è con questo pensiero che l’estate appena passata sacrificata al divertimento e al relax personale mi risulta meno faticosa da archiviare. Riscoprire che la parola data ha ancora un valore, che riuscire a mantenerla sfidando tutto e tutti è una forma di rispetto per il proprio lavoro e per quello degli altri.

Non c’è stato giorno in cui non ci sia stato un problema da risolvere, da affrontare con la data di consegna che si spostava dagli inizi di settembre a fine agosto per riuscire a rientrare nel IV Conto Energia. E poi una mattina di fine settembre scopri che quella data è stata falsata dal sistema di ricognizione della potenza installata del GSE (1).

La roccia si è dimostrata più resistente del previsto, sembra che la roccia della zona sia la più resistente della Sicilia: addirittura più resistente di quella lavica. Chi è della zona dice che la pietra si difende, la linea di frattura è tale da rendere difficile la sua escavazione.

I moduli fotovoltaici hanno viaggiato comodamente in aereo, per poi scontrarsi con il traffico dei vacanzieri agostani. Per non parlare delle difficoltà di montaggio. L’impianto elettrico iniziato a realizzare non appena i pilastri dei capannoni venivano tirati su e gli stessi pilastro dopo pilastro e trave dopo trave iniziavano a prendere sempre più forma!

Credo che le immagini parlino più delle parole .. ed incapace di trascrivere tutto quello provato durante questo cantiere e custoditi nella mia memoria, mi affido alle immagini che ho catturato durante questi lunghi mesi passati sotto il sole.

(1) Contatore fotovoltaico: diminuzione dei valori del 4°Conto Energia

Link

– Upsolar presenta il progetto con soluzione di montaggio Solrif® più grande della Sicilia
– Upsolar and Ferplant complete 1MW PV project in Sicily