Osservazioni su un vecchio bando di gara per un fotovoltaico

Le polemiche e le voci che mi giungono dal paese natio .. fin qui nella parte più a sud di Italia (Portopalo di Capopassero), mi hanno spinto a rileggere i documenti relativi al bando di gara per la realizzazione di impianti fotovoltaici su proprietà del Comune di Alessano e la relativa convenzione firmata dalla ditta aggiudicataria ed il Comune stesso. Provo di seguito a fare un sunto, mettendo in evidenza i tanti errori commessi nello scrivere il bando e i tanti spazi lasciati a disposizione del vincitore della gara, ma non solo …

Nell’oggetto del bando si leggeva: “A tal fine, si intende individuare un soggetto che realizzi una serie di sistemi fotovoltaici che permettano di generare – in una modalità ecocompatibile e rinnovabile- almeno l’intera energia consumata in ragione d’anno dal Comune di Alessano”.
Per capire bene di cosa stiamo parlando cerchiamo prima di tutto di capire quale è l’energia consumata dal Comune di Alessano. A pag.2 del bando, nella paragrafo DESCRIZIONE troviamo una utile tabellina in cui sono riportati i mq e gli euro spesi all’anno in energia elettrica per l’immobile, che per semplicità di lettura riporto di seguito. Continua a leggere

Certificazione Energetica: Europa chiede al governo spiegazioni sulla non obbligatorietà

da ambientenergia.info di F.Baglivi

Il Governo Berlusconi eliminò l’obbligo di allegare la certificazione energetica degli Edifici agli atti di compravendita degli immobili convertendo in legge il Decreto Legge 25 giugno 2008, n. 112. La nuova Legge 6 Agosto 2008, n. 133 e’ stata pubblicata nella Gazzetta Ufficiale n. 195 del 21 agosto 2008. Nel 2008 si era assistito ad un proliferare di corsi e attività legati allo sviluppo della nuova figura del certificatore energetico di edifici. L’attuale governo ha abolito l’obbligo allontanando l’Italia dalla situazione di trasparenza nel mercato degli immobili che vige nel resto dell’Europa. Continua a leggere